Calendari Attività
Attività sportive Attività formative Attività progettuali
Area riservata
buy doxycycline online over the counter buy ventolin online over the counter buy zithromax online


Tesseramento:
2010

Unione Sportiva Acli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Angolo del Presidente A PRANDELLI IL PREMIO NAZ.LE USACLI "E. BEARZOT"

A PRANDELLI IL PREMIO NAZ.LE USACLI "E. BEARZOT"

Un'emozione, una soddisfazione e un pizzico d'orgoglio !
Sono questi gli stati d'animo che mi hanno accompagnato nella giornata di giovedì 31 marzo.
  • Un'emozione. In mattinata ci siamo trovati con i componenti della giuria e, oltre alla conoscenza di firme o facce prestigiose del giornalismo italiano, l'emozione più forte è stata quella di ospitare il Presidente Nazionale della FIGC nella sede nazionale delle Acli. Una sede nazionale che ha quindi visto presente uno dei protagonisti in assoluto più determinante e autorevole della storia dello sport in Italia. La presenza di Giancarlo Abete è stata due volte gradita in quanto inaspettata dal momento che, nel pomeriggio, ci saremmo poi incontrati proprio presso la sua sede nazionale per la conferenza stampa. Ma soprattutto una presenza cordiale e gioviale, straordinariamente aperta al confronto ed alla discussione senza pregiudizi. Un dibattito da cui è scaturita la decisione di premiare l'attuale DT della nazionale italiana di calcio CESARE PRANDELLI.
  • Una soddisfazione. La motivazione che ha accompagnato l'assegnazione del premio mi ha convinto e soddisfatto proprio per i contenuti. In particolare proprio l'apertura della motivazione ufficiale che riporta testualmente: "Per le sue qualità morali e umane, per i principi etici e cristiani, sempre perseguiti...". Una netta soddisfazione perchè netto ed evidente è stato lo stretto collegamento con le motivazioni che ci avevano indotto a istituire il premio Bearzot.
  • Un pizzico d'orgoglio. Ho volutamente usato una terminologia prudente ("un pizzico") perchè l'orgoglio sarebbe tanto, ma la strada non è ancora conclusa. Intendo appunto la strada che ci porterà all'Assemblea Organizzativa di Bologna: un percorso ancora lungo, faticoso, impegnativo e laborioso. Perchè l'assemblea non sarà solo il momento d'incontro con Prandelli, ma un contenitore straordinario ed affascinante di tanti appuntamenti, che ci permetteranno di confrontarci a "tutto tondo" con i nostri compagni di strada abituali. Ma l'orgoglio rimane, ed è frutto di tante cose messe insieme: la conoscenza della famiglia Bearzot (che famiglia meravigliosa !) e della loro approvazione convinta dell'assegnazione del premio a Prandelli; la netta percezione di una condivisione complessiva di tutte le Acli; la conoscenza di protagonisti decisivi (a diverso titolo) del mondo dello sport italiano; la sensazione che la realtà USACLI venisse finalmente accolta e vissuta, al di fuori dei consueti confini associativi, come una realtà qualificata, autorevole e credibile; la straordinaria e diffusa rilevanza data all'evento dai media (carta stampata e tv) sia a livello nazionale che territoriale; la sensazione di un percorso comune vissuto a pieno dalla Presidenza Nazionale; l'eco avvertito in Consiglio Nazionale ACLI dell'evento e i conseguenti attestati di stima verso l'esperienza dell'USACLI. Ovviamente di motivi ce ne sarebbero molti altri, ma mi fermo qui per non diventare noioso o autoreferenziale.
Da adesso in poi, però, tutto si fa più impegnativo e dall'USACLI tutti si aspetteranno il mantenimento a questo livello del proprio impegno, della propria elaborazione, del proprio fare e pensare quotidiano. Non ho paura, anzi ! Sono convinto che sapremo togliere quel "pizzico" e insieme sapremo invece rimarcare e vivere a pieno la sensazione d'orgoglio. L'orgoglio di appartenere all'USACLI !


  Archivio "In primo piano"

Ultimo video inserito

PREMIO BERAZOT 2017
Archivio Video

Sondaggio